Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso.

Approvo

Blog

Stop al miele sintetico cinese, nel prossimo Psr piano per impollinatori

“La Regione Lombardia sta lavorando per potenziare la difesa della qualità del miele, la lotta alle contraffazioni e la tutela del consumatore. Vogliamo che la qualità dei nostri prodotti abbia il riconoscimento che merita sul mercato. Dobbiamo comunicare l’enorme differenza che c’è tra il miele del nostro territorio e il miele sintetico cinese”. Lo ha detto l’assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi che oggi ha incontrato in videoconferenza la presidente di Apilombardia Larissa Meani e il consiglio di presidenza dell’associazione.

“La grande svolta dovrà arrivare con la prossima Pac che dovrà caratterizzarsi soprattutto nelle misure agroambientali come una Pac per gli impollinatori, in grado cioè di sostenere pratiche agricole funzionali e favorevoli all’apicoltura” ha proseguito Rolfi “Ricordo che il 75% del cibo è frutto del loro lavoro di impollinazione e che senza api non avremmo circa il 60% di frutta e verdura, così come migliaia di piante da fiore” aggiunge Rolfi.

“Nei mesi scorsi la Lombardia ha riconosciuto per legge l'apicoltura come attività agricola fondamentale per la conservazione dell'ambiente, necessaria per la conservazione della biodiversità degli ecosistemi e per garantire le produzioni agricole e forestali. Abbiamo siglato un accordo con i produttori per favorire l’utilizzo a scopo produttivo apistico delle aree demaniali gestite da Ersaf. Non sono semplici parole: abbiamo di fatto messo nero su bianco l’impegno verso questa attività. Le imprese lombarde del settore sono 763 su un totale italiano di 5.926. Sono presenti sul nostro territorio regionale circa 160mila alveari e sono operativi 6mila appassionati tra professionisti e hobbisti che devono lottare ogni giorno contro le difficoltà rappresentate dalle malattie delle api e dai cambiamenti climatici” conclude l’assessore.


© 2020 Fabio Rolfi Official Site
Joomla Extensions