Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso.

Approvo

Blog

Strategia Farm to fork: agricoltura rischia pesante aggravio burocratico

“La pac deve essere semplice, efficace, in grado di valorizzare le autonomie territoriali e soprattutto finalizzata a promuovere la competitività delle imprese agricole. La programmazione attuale ha una burocrazia mastodontica che rischia addirittura di peggiorare a causa della strategia Farm to Fork che liscia il pelo a visioni bucoliche dell’agricoltura ponendosi obiettivi ambientali ambiziosi senza puntare sull’innovazione nei campi e nelle aziende ma mettendo imposizioni, vincoli e burocrazia. Se l’aumento dei fondi per la pac verrà confermato sarà una notizia positiva, ma le misure sono ancora insufficienti e a farne le spese sarà la competitività della imprese”. Lo ha detto l’assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi in merito alla strategia europea Farm to Fork.

“Occorre uscire da questa visione ideologica sbagliata. La pac è la misura di sostegno alla competitività agricola. La sostenibilità ambientale si raggiunge attraverso un percorso di innovazione e di formazione, non con altra burocrazia. L’Europa deve puntare in maniera concreta sull’agricoltura, coinvolgendo i territori e le Regioni per stabilire una strategia condivisa” conclude l’assessore.


© 2020 Fabio Rolfi Official Site
Joomla Extensions