Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso.

Approvo

Blog

Delitto via Maggia, i campi nomadi a Brescia vanno smantellati con la ruspa

"Il sindaco è sotto scacco dell'estrema sinistra e dei centri sociali".


“I campi nomadi di Brescia vanno chiusi, sia quelli di sinti che di rom. Li ospitiamo da decenni alla faccia dei bresciani onesti che prendono la multa se espongono mezz’ora prima i bidoni della raccolta differenziata o magari di quelli che sono in attesa di una casa popolare”. Lo ha detto l’ex vice sindaco di Brescia Fabio Rolfi, in merito a quanto avvenuto la scorsa notte in via Maggia. Sembra infatti che la morte di un trentacinquenne sia avvenuta al culmine una rissa scoppiata in un vicino campo nomadi.

“I campi nomadi sono un concentrato di illegalità e di violenza e questo ultimo tragico episodio ne è solo l’ennesima dimostrazione. Bisogna intervenire con la ruspa per chiudere queste baraccopoli. Sono modelli sociali falliti e l’amministrazione comunale di Brescia ha ormai rinunciato a intervenire su pressione dall’estrema sinistra e dei centri sociali che sostengono la giunta Del Bono.

Questo lassismo sta regalando alla città insicurezza ed episodi di violenza. I campi nomadi vanno smantellati dal primo all’ultimo e quando la lega tornerà ad amministrare la città sarà uno dei primi punti del programma” Conclude Rolfi.


© 2020 Fabio Rolfi Official Site
Joomla Extensions