Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso.

Approvo

Blog

Ue taglia fondi all’agricoltura italiana. Non dovevamo contare di più?

“L’Europa ancora una volta ha massacrato l’agricoltura italiana. Con il nuovo regolamento transitorio adottato dalla Commissione, nel 2021 l’agricoltura italiana subirà un taglio di risorse di 370 milioni di euro. I danni più evidenti saranno nelle regioni a forte vocazione agricola come la Lombardia che rischia di ottenere, secondo le prime stime, 20 milioni di euro in meno. Abbiamo l’agricoltura più sostenibile d’Europa, la più controllata e quella che offre più garanzie sotto il profilo della sicurezza alimentare. Questo già comporta un aumento delle spese di produzione da parte dei nostri agricoltori che ora si ritrovano l’ennesima sorpresa da parte di Bruxelles”. Lo ha detto Fabio Rolfi, assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia in merito ai regolamenti transitori adottati dalla Commissione europea sulla Politica Agricola Comune. 

“Il governo faccia sentire la propria voce, dimostri autorevolezza e si impegni concretamente per garantire alle imprese agricole le risorse che meritano. Il settore primario è uno dei motori economici della Lombardia e del Paese. Dimostri di contare veramente in Europa difendendo un settore centrale del Made in italy. La Regione è pronta a fare battaglie istituzionali in tutte le sedi contro i tagli di risorse” conclude Rolfi.


© 2019 Fabio Rolfi Official Site
Joomla Extensions