Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso.

Approvo

Blog

Via alla norma anti burocrazia per riqualificare le cascine lombarde dismesse

La commissione regionale Agricoltura ha approvato questa mattina un emendamento al pdl sulla rigenerazione urbana volto a semplificare il recupero degli edifici rurali dismessi. Dopo l’approvazione definitiva da parte del Consiglio regionale sarà dunque possibile in Lombardia riqualificare le cascine abbandonate attraverso una procedura urbanistica semplificata, cambiandone anche la destinazione d’uso.

“In Lombardia sono 30 mila le cascine abbandonate sulle circa 130 mila totali della nostra regione. - ha dichiarato l’assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi, promotore dell’iniziativa - Grazie a questa norma anti burocrazia, il recupero degli edifici rurali verrà riconosciuto come un’attività di pubblico interesse, per ragioni storiche, culturali e territoriali. Si potrà realizzare in deroga ai Pgt e ai piani territoriali attraverso una delibera comunale molto semplificata”.

“Le cascine potranno essere recuperate con usi anche diversi da quello agricolo, penso ad attività ricettive o sportive, con alcune preclusioni: la media e grande distribuzione commerciale e la destinazione produttivo-industriali per salvaguardare la storia degli edifici.” conclude Rolfi. “Prosegue l’azione della Regione volta a sburocratizzare il sistema per valorizzare in tutto e per tutto il patrimonio rurale della Lombardia, prima regione agricola d’Italia”.


© 2019 Fabio Rolfi Official Site
Joomla Extensions