Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso.

Approvo

Blog

La Plastic tax è una follia. Aumentano costi di produzione. I ministri ascoltino le imprese

“La plastic tax è una follia. Se i ministri del governo Conte avessero parlato anche solo trenta secondi con gli imprenditori delle aziende agroalimentari lo saprebbero. Questa imposta aumenta del 20 per cento i costi di packaging delle nostre imprese, rendendole meno competitive sul mercato italiano ed europeo e costringendole ad aumentare i prezzi dei prodotti”. Lo ha detto Fabio Rolfi, assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi in merito alla plastic tax.

“Penso alle aziende di prodotti di quarta gamma nella Bassa bergamasca e bresciana e in generale a chi offre i monouso richiesti sul mercato. Su alcuni prodotti non esistono alternative. Il governo dovrebbe saperlo. Le aziende di medie dimensioni si ritroveranno a pagare milioni di euro in più per questa presa di posizione ideologica. – aggiunge Rolfi – La sostenibilità non si persegue con le bastonate, ma incentivando l’innovazione dei sistemi produttivi, che rappresenta l’unica soluzione per coniugare compatibilità ambientale e redditività delle aziende. Aumentare di un euro per chilogrammo il prezzo della materia plastica significa mortificare il mercato e mettere a rischio posti di lavoro”.


© 2019 Fabio Rolfi Official Site
Joomla Extensions