Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso.

Approvo

Blog

Piano da 2 milioni per contrastare il diffondersi delle patologie negli allevamenti di tacchini

La Regione Lombardia, su proposta dell’assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi ha stanziato 2 milioni di euro per iniziative a sostegno degli allevamenti lombardi di tacchini. La giunta regionale ha altresì approvato un programma di messa in sicurezza del comparto atto a contrastare l’introduzione e la successiva circolazione di virus influenzali ad alta patogenicità.

“Il programma definisce iniziative di biosicurezza per il controllo e la prevenzione della diffusione di patologie negli avicoli, in particolare l’aviaria. Vogliamo evitare il ripetersi di focolai di infezione e il tacchino è la specie più vulnerabile e suscettibile di infezione e trasmissione del virus dell’influenza” ha dichiarato Rolfi. “I virus influenzali ad alta patogenicità hanno conseguenze catastrofiche per l’intero comparto. Il settore avicolo in Lombardia comprende oltre 2.000 allevamenti e oltre 30 milioni di capi, producendo il 106 per cento del proprio fabbisogno”.

Con queste risorse saranno finanziati

 - impianti fissi automatizzati e temporizzati per la disinfezione degli automezzi

- impianti di ventilazione forzata per una migliore aerazione dei capannoni

- recinzioni fisse delimitanti l’area di allevamento

- strutture idonee per il trasferimento di pulcini da un capannone all’altro per evitare qualsiasi possibile contatto con avifauna selvatica

- fondi impermeabili nell’area di allevamento

- impianti per il caricamento di silos dall’esterno dell’allevamento


Joomla Extensions