Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso.

Approvo

Blog

Approvati i dazi europei sul riso asiatico. Questa notizia è manna per i risicoltori lombardi

“Domani sarà pubblicata in Gazzetta Ufficiale l’introduzione della clausola di salvaguardia europea sul riso importato da Cambogia e Myanmar, approvata oggi. Questi due Stati hanno esportato nell`Unione Europea 328 milioni di chili di riso nel 2017/18, in aumento del 256% negli ultimi sette anni, danneggiando enormemente i produttori italiani e i consumatori”. Lo ha scritto sulla propria pagina Facebook Fabio Rolfi, assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi in merito al ripristino da parte della Commissione europea dei dazi sulle importazioni di riso asiatico. Gli operatori che importeranno nell’Unione Europea il riso proveniente dai due Paesi asiatici dovranno pagare un dazio per un periodo di almeno tre anni: 175 euro a tonnellata nel 2019, 150 euro a tonnellata nel 2020 e 125 euro a tonnellata nel 2021 con possibilità di proroga.

“Questa notizia è manna per i 1.800 risicoltori lombardi. La nostra regione produce il 40% del riso italiano. Il comparto ha fatto gioco di squadra e questo risultato ne è la prova. Il riso lombardo è imbattibile per qualità e sicurezza alimentare. Ora dobbiamo puntare forte sulla certificazione di qualità e su una attenta promozione commerciale. La Regione c’è" conclude Rolfi.


Joomla Extensions