Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso.

Approvo

Blog

Riforma Agea, è centralismo puro. Nuovo governo vada in direzione opposta

“Chiederemo al nuovo governo di bloccare la riforma Agea approvata da Gentiloni. Un provvedimento non condiviso con le Regioni e che va nella direzione opposta rispetto alla valorizzazione delle esperienze virtuose, partendo da quella lombarda”. Lo ha detto Fabio Rolfi, assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia in merito alla decisione del Consiglio dei ministri di dare il via libera al decreto legislativo attuativo della legge delega 154/2016, relativo al riordino di Agea, l'agenzia che gestisce erogazione e rendicontazione di tutti i fondi comunitari dedicati al settore primario.

“È una forzatura centralista che penalizza chi lavora bene, come ha già avuto modo di sottolineare anche il presidente del Veneto, Luca Zaia. Questa riforma agevola le Regioni inefficienti e arretrate sotto il profilo dei pagamenti e rischia di peggiorare ulteriormente il servizio che viene erogato agli agricoltori lombardi. Da tempo aspettiamo l’allineamento dei sistemi informatici di Agea e della Regione, per cui confidiamo nel prossimo governo affinché vengano bloccati i colpi di coda dell’ormai delegittimato esecutivo Gentiloni. Questa imposizione di un carrozzone romano sul buongoverno lombardo è controproducente e deve essere fermata” conclude Rolfi.


Joomla Extensions