Fabio Rolfi

21
Ott2017

 

Fabio Rolfi: Con autonomia meno attesa e abbattimento ticket

Milano, 6 ottobre. Il Presidente della Commissione Sanità e Politiche sociali del Pirellone Fabio Rolfi interviene con una nota per spiegare l’importanza del referendum del 22 ottobre con particolare riferimento alle tematiche di carattere sanitario.

“Una della materie – spiega Rolfi – sulle quali punteremo per ottenere maggiore autonomia, a seguito del referendum del 22 ottobre, è la tutela della salute. Chiederemo quindi a Roma ulteriori competenze  e maggiori risorse per la Sanità lombarda, alla luce dei numeri e dei risultati ottenuti dalla Lombardia.

In primo luogo va detto che la nostra Regione vanta un doppio primato: da un lato il nostro è il sistema con la minore emigrazione di pazienti; al contempo siamo anche la realtà più attrattiva, con il maggior tasso di immigrazione sanitaria. Questo ha consentito alla Sanità lombarda di maturare crediti verso le altre regioni per la cifra non indifferente di oltre mezzo miliardo di euro.

Ma non è finita qui. Il sistema lombardo ha i conti in ordine: da oltre un decennio infatti la Lombardia ha raggiunto il pareggio di bilancio, caso più unico che raro nel panorama italiano.

Avere più competenze significa poter assumere più personale per coprire il turn over, evitando che i nostri medici e infermieri facciano i salti mortali per coprire i turni. È solo così che si potranno ridurre le liste d’attesa, i cui tempi rappresentano oggi una delle criticità maggiori da risolvere. Questo perché, pur essendo profondamente differenti dalle altre realtà regionali, siamo costretti a sottostare a vincoli sulle assunzioni pensati per regioni sprecone, primo fra tutti quello che obbliga, per l’anno 2020, ad una spesa per il personale ridotta dell’1,4%.

La seconda conseguenza dell’avere più autonomia riguarda direttamente la riduzione, se non addirittura l’eliminazione, dei ticket. La Lombardia ha già provato a percorrere questa strada, con una legge che prevedeva il dimezzamento dei cosiddetti ‘superticket’. Purtroppo però il provvedimento venne impugnato dal Governo romano, con la giustificazione che decisioni su manovre di questo genere spettano unicamente allo Stato centrale.

Queste sono solo alcune delle ragioni per cui il 22 ottobre vale la pena recarsi a votare, per avere una Sanità lombarda con tempi d’attesa minori, meno tasse – conclude Fabio Rolfi – e soprattutto più servizi.”

21
Ott2017



Presidente Rolfi: “Una sfida di civiltà che vogliamo vincere

Milano, 20 settembre 2017 - Si stima che in Lombardia siano circa 1.800 i bambini sottoposti a cure palliative o in terapia del dolore. Il dato è stato riferito oggi dall’Associazione Maruzza Lombardia durante l’audizione in Commissione Sanità, presieduta da Fabio Rolfi (Lega Nord).

Al centro dell’incontro il tema delle cure palliative  e della presa in carico dei pazienti in età pediatrica, bambini affetti da patologie inguaribili, cronico-degenerative e fortemente invalidanti. Una difficile condizione di vita che li costringe a lunghi ricoveri ospedalieri, con pesanti ricadute sulla vita familiare ed elevate spese economiche a carico del servizio sanitario:  per un giorno di ricovero il costo previsto è di circa 1.000 euro al giorno, mentre a domicilio è di 1.000 euro al mese.

“Le cure palliative sono una necessità dei sistemi sanitari moderni perché garantiscono migliore qualità di cura, più rispondenze alle cure stesse e sono un supporto alla famiglia soprattutto nelle fasi terminali – ha dichiarato il Presidente Fabio Rolfi- . A maggior ragione per i bambini per la possibilità di essere curati nel proprio contesto famigliare rappresenta già di per se una terapia in quanto migliora la rispondenza alle cure  come diverse testimonianza hanno riferito. Anche in Lombardia dobbiamo e possiamo fare di più sia per quanto riguarda l’attuazione della legge 38 sulle cure palliative sia per quanto attiene l’ambito pediatrico che per la sua delicatezza necessita di strutture di riferimento all’interno degli hub pediatrici regionali che costruiscano la rete territoriale funzionale alla presa in carico domiciliare. È una sfida di civiltà che vogliamo vincere ed è per questo che salutiamo con grande favore questa nuova realtà associativa con la quale intendiamo proseguire nelle prossime sedute a lavorare sul tema”

A tale proposito , i rappresentanti dell’Associazione hanno proposto alla Commissione di studiare la creazione di una rete della cure palliative pediatriche.
Al vaglio della Commissione, l’ipotesi di individuare nell’Ospedale dei bambini di Brescia l’hub di riferimento di altri sportelli, aperti in ogni ospedale pediatrico.

21
Ott2017

 

Milano, 13 settembre. Si è tenuto stamane a Sarnico, presso la sede dell’Autorità di bacino dei laghi d’Iseo, Endine e Moro l’incontro fra l’Assessore all’Ambiente Claudia Terzi, i rappresentanti delle Province di Brescia e Bergamo e i sindaci del territorio sul problema della proliferazione incontrollata di alghe nel Sebino. Nel merito è intervenuto il Presidente della Commissione Sanità Fabio Rolfi, che aveva recentemente sollevato la questione in Consiglio regionale.

“Sono molto soddisfatto per l’esito dell’incontro odierno – spiega Rolfi – dove si sono mossi i primi passi per riuscire a risolvere il problema delle alghe alloctone che negli ultimi anni hanno creato tanti problemi al lago d’Iseo. Saluto con favore l’arrivo di nuovi fondi, un doppio finanziamento di 150.000 euro dal 2017 al 2019, e l’avvio di un tavolo tecnico deputato a studiare il modo per aggiungere alle competenze dell’autorità di bacino la pulizia da alghe e altro materiale galleggiante. Queste risorse serviranno anche per tenere efficienti i battelli dedicati alla rimozione, con l’obiettivo finale di prevenire, intervenendo quindi prima della comparsa delle alghe, attuando ad esempio l’eradicazione dai fondali.

Serve un’azione condivisa, incisiva e radicale. Mi pare che dopo i solleciti fatti, anche in Consiglio regionale, la direzione intrapresa sia questa. Occorre superare gli ostacoli tecnici che hanno impedito lo svolgimento dell’attività di eradicazione con l’apposito battello, già in possesso dell’autorità di bacino e fermo ormai da anni. Il lago non può essere prigioniero di lungaggini burocratiche e menate ideologiche – conclude Rolfi – altrimenti tutti gli sforzi fatti per il suo rilancio turistico, anche dopo il Floaiting Piers, rischiano di esser vanificati.”

21
Ott2017

 

Fabio Rolfi: Vittoria lombarda, lotta a ludopatia resta priorità

Milano, 7 settembre. “Si tratta di una vittoria soprattutto lombarda, considerato che la nostra Regione è stata la capofila nella regolamentazione del gioco d’azzardo”. Lo afferma Fabio Rolfi, Presidente della Commissione Sanità e Politiche sociali del Pirellone e relatore della legge regionale di contrasto alla ludopatia, circa l’intesa raggiunta in conferenza unificata.

“La nostra Legge – afferma Rolfi – è salva, ma soprattutto è salvo il principio importantissimo in essa contenuto: gli enti locali devono essere attori e protagonisti delle regole sul gioco d’azzardo. L’impegno di tutti, dagli attori istituzionali del territorio, passando per le associazioni, è stato fondamentale nel respingere l’assalto centralista. Adesso non dobbiamo abbassare la guardia e si deve continuare a tenere alta l’attenzione sul fenomeno; bisogna ridurre ulteriormente il numero dei punti gioco, nell’ottica di un superamento della vecchia mentalità di un gioco d’azzardo dislocato praticamente ovunque.

Questa è la strada tracciata da Regione Lombardia, ed è la sola percorribile per riuscire a diminuire progressivamente il numero dei giocatori potenzialmente a rischio di dipendenza. Arrivare a debellare la piaga moderna della ludopatia, che ha messo sul lastrico migliaia di famiglie – conclude Rolfi – resta una nostra priorità.”

21
Ott2017

 

Fabio Rolfi: Eradicazione  unica soluzione migliore

 

Milano, 8 settembre. È stata discussa oggi dal Consiglio regionale un’interrogazione sul proliferare dell’alga ‘vallisneria spiralis’ nelle acque del Sebino. Ne dà notizia l’interrogante e Presidente della Commissione Sanità e politiche sociali del Pirellone, Fabio Rolfi.

“SI tratta di un tema di strettissima attualità – spiega Rolfi – considerata anche la stagione estiva particolarmente calda che ha causato l’abbassamento del lago, aumentando il fenomeno della proliferazione di queste alghe alloctone. Basta recarsi in loco per comprendere come la situazione in essere crei seri problemi, con effetti negativi sul turismo e sulla pesca, ma anche allo stesso ecosistema lacuale del Sebino.

A questo proposito prendo atto con soddisfazione di come l’Assessorato regionale abbia tempestivamente convocato per la giornata di oggi un tavolo con i rappresentanti istituzionali, proprio per fare il punto della situazione.

Personalmente ritengo sia urgente una soluzione incisiva: l’autorità di bacino dispone di un battello ‘eradicatore’, attualmente fermo a causa della mancanza di autorizzazione da parte delle province interessate. Considerato quindi che già oggi disponiamo dei mezzi necessari, sono convinto che l’eradicazione dai fondali di queste alghe costituisca il modo migliore e più rapido per affrontare la cosa in maniera definitiva. Tutto ciò anche alla luce del fatto che nei prossimi anni il rischio concreto è quello di un peggioramento di una situazione che già oggi ha creato danni ingenti al sistema lago, economico ed ambientale; se non si interviene nel modo giusto – conclude l’esponente del Carroccio – si rischia di vanificare i numerosi investimenti per il rilancio del Sebino fatti in concomitanza del floating piers.”

Pagina 1 di 26

Contatti e social

  • Segreteria provinciale Lega Nord Brescia Via Cefalonia, 43

Fabio Rolfi

Nato a Brescia nel 1977 e residente a Brescia, è laureato in Economia. Svolge attività di consulente finanziario e attualmente è vice capogruppo Lega Nord Lega Lombarda in Regione Lombardia e da maggio 2016 Presidente della Commissione Sanità e politiche sociali.
leggi tutto