Fabio Rolfi

Sei qui: Home \ Archivio Sicuezza \ Brescia peggio di Vibo Valentia
17
Gen2017

Brescia peggio di Vibo Valentia

Non sono tra quelli che esultano per ricerche e sondaggi, anche perché i tempi attuali hanno dimostrato tutti i loro limiti.

Ma devo dire che ho letto con sorpresa, ed un po' di ammarezza, i dati sul gradimento dei sindaci pubblicati dall'autorevole ricerca annuale del sole 24 ore.

Sorpresa perché non pensavo che il gradimento dell'attuale amministrazione guidata da Emilio Del Bono fosse così ai minimi termini: - 7,5% dal 2013, sotto la soglia fatidica del 50%, tra le più basse in Italia (90^ su 105). Un dato estremamente negativo, con tutti i limiti di una rilevazione di questo tipo, ma che, a parti inverse, fece esultare 4 anni fa i sostenitori dell'allora candidato sindaco Emilio Del Bono.

Amarezza perché vedere che la nostra città abbia un gradimento verso chi la governa, quindi verso le politiche attuate, le scelte amministrative, il rapporto con la città, in poche parole verso se stessa che è peggio di quello di Vibo Valentia non può che lasciare, indipendentemente dalle appartenenze politiche, amareggiati e dispiaciuti.

Le ragioni di questo risultato? Probabilmente molteplici ma credo che uno valga su tutte: raccontare una città che non esiste (un po' come faceva Renzi con l'Italia) crea malumore, disaffezione, frustrazione. L'idea raccontata dal sindaco in questi anni (dovremmo chiamarla più correttamente storyballing) di una città in strepitosa ripresa dopo anni di buio tempestoso, grazie all'elezione in Loggia dell'uomo della provvidenza, non poteva funzionare a lungo. Perché in realtà non è così. Perché certe realizzazioni (penso al parco delle cave o al palaLeonessa) sono il frutto del concerto di più amministrazioni che si sono susseguite ed anche perché certi problemi che si vogliono nascondere sotto il tappeto come la polvere (penso al tema sicurezza e al problematico fenomeno migratorio) sotto tutt'altro che scomparsi o in miglioramento. Ed altri per i quali ci si è presentati in campagna elettorale con fare risolutivo (penso alla qualità dell'aria) sono ancora tutti lì con la loro gravità.

In sostanza più realismo, più concretezza, più pacatezza e sobrietà tipicamente bresciane. Ecco forse queste caratteristiche, che non albergano in Loggia, servirebbero per ricostruire il feeling con la città. E superare Vibo Valentia.

Lascia un commento

Contatti e social

  • Segreteria provinciale Lega Nord Brescia Via Cefalonia, 43

Fabio Rolfi

Nato a Brescia nel 1977 e residente a Brescia, è laureato in Economia. Svolge attività di consulente finanziario e attualmente è vice capogruppo Lega Nord Lega Lombarda in Regione Lombardia e da maggio 2016 Presidente della Commissione Sanità e politiche sociali.
leggi tutto