Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso.

Approvo

Blog

Lista civica di immigrati, Rolfi: 'Ghettizzazione elettorale, alleanze o apparentamenti ipotesi fantascientifiche'

Milano, 19 febbraio. “Un No deciso ad una lista di immigrati per le elezioni comunali di Brescia. Ipotesi di alleanze o apparentamenti con un’eventuale lista che avrebbe la sua ragion d’essere su base etnica, confessionale o di rappresentanza esclusiva per immigrati e stranieri, per quanto mi riguarda sono fantascienza.”
Lo afferma Fabio Rolfi, vice capogruppo della Lega al Pirellone e candidato alle elezioni regionali del 4 di marzo.
“La sola esistenza di una lista simile – prosegue l’esponente bresciano del Carroccio – andrebbe nella direzione di una ghettizzazione, anche per quanto attiene la rappresentanza elettorale, quindi in senso opposto alla vera integrazione. Gli stranieri che vivono regolarmente nella nostra Città, pagano le tasse, rispettano le regole e non delinquono, hanno tutte le possibilità che la legge riconosce loro, se muniti dei requisiti, per candidarsi e farsi eventualmente eleggere nelle liste civiche o nei partiti che si presenteranno per amministrare Brescia. Non c’è bisogno di un’ulteriore separazione e non serve una lista di immigrati che si rivolga esclusivamente agli stranieri stessi. Auspico che queste considerazioni diventino patrimonio comune di tutto il centrodestra cittadino e spero che le aperture dichiarate sui giornali da parte di certi esponenti siano infondate o frutto di un’interpretazione errata. Questo perché un’operazione simile sarebbe in aperta contraddizione con i valori e i programmi che il centrodestra ha appena firmato per la guida di Regione Lombardia e del Paese. Sono gli elettori stessi – chiosa Fabio Rolfi – che pretendono chiarezza e coerenza con gli impegni presi.”

© 2018 Fabio Rolfi Official Site
Powered by JS Network Solutions