Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso.

Approvo

Blog

Protesta cacciatori, sostengo motivazioni del mondo venatorio e auspico collaborazione tra regioni

“Sostengo con convinzione l’iniziativa organizzata da diverse sigle dei cacciatori che venerdì 8 giugno saranno a Torino per manifestare. La proposta di legge che la Regione Piemonte sta per approvare è di fatto apertamente anti cacciatori. Una norma che vuole vietare 15 specie che sono cacciabili sul resto del territorio nazionale e che mirerebbe addirittura a vietare la caccia nei giorni festivi. Invito la Regione a ripensarci e a evitare che venga promulgata una legge in aperto contrasto con la normativa, visto che le Regioni non possono prevedere ulteriori specie cacciabili o non cacciabili rispetto all’elenco nazionale”. Lo ha detto Fabio Rolfi, assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia in merito alla protesta organizzata dalle sigle dei cacciatori per venerdì 8 giugno a Torino.

“Le regioni che condividono una forte vocazione agricola, una ampia porzione di territorio montano e una radicata tradizione rurale e venatoria devono condividere azioni comuni di valorizzazione e difesa della caccia come strumento di regolazione dell’ecosistema e di contrasto alla fauna selvatica in eccesso. Spero che la manifestazione di Torino venga colta dalla Regione Piemonte come opportunità di rivedere le posizioni sulla caccia e di ragionare insieme alle Regioni confinanti su azioni per promuovere in maniera corretta l’attività venatoria” conclude Rolfi.


© 2018 Fabio Rolfi Official Site
Powered by JS Network Solutions